Gli Esploratori Hesperiani sono costituiti in struttura federale, mediante vari gruppi che operano autonomamente sui loro rispettivi territori d’appartenenza, pur incontrandosi di frequente e periodicamente con tutti gli altri membri. Ogni gruppo ha un responsabile che ne coordina le attività e le celebrazioni.

I gruppi al momento attivi sono i seguenti:

GRUPPO REGIONALE EMILIA

Il Gruppo Regionale Emilia costituisce il nucleo dei fondatori del Sodalizio degli Hesperiani, ritualmente costituitosi a Sestola nel Giugno del 2009 è attualmente il più numeroso tra le varie compagini locali. Il gruppo si occupa della riscoperta degli antichi luoghi sacri della Gallia Cispadana e nel lavoro metodico di restituzione al culto degli Dei di quei luoghi naturali: fonti, radure, cime di monti, un tempo consacrati ai numi delle religioni italiche. Particolare attenzione, oltre che all’ambito romano, è rivolta anche alla cultura celtica, che segnò profondamente l’antica Emilia, un tempo divisa tra Boi e Lingoni.
Un occhio di riguardo è riservato anche alla cultura ed al pantheon etrusco.

GRUPPO REGIONALE LOMBARDIA

Secondo per anzianità solamente al gruppo emiliano, il Gruppo Regionale Lombardia si è costituito ritualmente a Como, nella festività del Trinuxtion Samoni dell’anno 2009. Il gruppo si occupa della riattivazione sacrale delle antiche aree sacre disseminate nell’odierno territorio lombardo e nel Canton Ticino,  con particolare attenzione ai luoghi naturali recentemente funestati dai disastri ambientali che hanno colpito quei territori (ad esempio il fiume Lambro e la zona di Seveso). Grande attenzione è riservata alla riscoperta degli antichi cromlech e dei massi coppellati, elemento frequente nell’antica geografia sacra della Lombardia. Assai importante è il lavoro di ricerca sui Celti, in particolare sulla tribù degli Insubri.

GRUPPO REGIONALE PIEMONTE – VALLE D’AOSTA

Fondato a Biella in occasione della festività di Floralia dell’anno 2010,  il gruppo piemontese rappresenta una delle realtà più anagraficamente giovani della compagine Hesperiana. Attivo soprattutto nell’area torinese il gruppo si distingue per il forte sentimento identitario verso la Patria ed il Piemonte stesso.  Il gruppo, praticante anch’esso l’etno-religione gallo-romana,  partecipa attivamente da sempre a tutte le attività del sodalizio ed ha ospitato l’importante ri-sacralizzazione della zona di Beaulard, in Val di Susa, già funestata e minacciata dai progetti di devastazione ambientale a tutti noi noti.

GRUPPO REGIONALE TRENTINO – ALTO ADIGE

Il Gruppo Regionale Trentino rappresenta l’ultimo tra i gruppi regionali hesperiani ad essere stato fondato. Ritualmente costituitosi a Folgaria nel luglio del 2011 in occasione della riattivazione sacrale del Monte Cornetto.
Il gruppo rappresenta una delle realtà più dinamiche della compagine hesperiana e si occupa attivamente della riscoperta delle antiche tradizioni gentili del territorio trentino, accompagnando questa attività con l’escursionismo ed un’intensa attività di studio delle fonti sul posto.
Grande attenzione è data alla cultura retica e venetica, tra le quali il territorio era crocevia, nonchè all’approfondimento degli archetipi collegati al nume di Saturno, decisamente la divinità più cara alle antiche genti di quei luoghi, mentre non meno importante è il lavoro di ricerca sulle comunità Cimbre.

———————————————————————————————–

Gli Esploratori contano anche membri e simpatizzanti nelle regioni Abruzzo, Toscana, Marche e Sicilia, non ancora costituitisi in gruppi regionali.